Porta Elisa News

La Lucchese dà i numeri

venerdì, 18 agosto 2017, 16:19

Con un post sul proprio profilo Facebook, la società rossonera ha ufficializzato i numeri di maglia per il prossimo campionato: assegnata la maglia anche a Razzanelli, il cui acquisto non è stato ancora ufficializzato, eescluso invece Hottor che dunque non dovrebbe rimanere. La maglia numero nove va a Del Sante. mentre i rossoneri della vecchia guardia mantengono la solita numerazione.

Ecco i numeri di maglia divisi per ruolo, portieri: Di Masi (1), Nannelli (12) Albertoni (22); difensori: Tavanti (2) Cecchini (3), Maini (5), Capuano (6), Palumbo (11), Baroni (13), Razzanelli 14), Espeche (19); centrocampisti: Arrigoni (4), Merlonghi (7), Mingazini (8), Nolé (15), D'Angelo (16), Bragadin (17), Russo (20), Damiani (21), Cardore (24); attaccanti: Del Sante (9), Fanucchi (10), De Vena (18), Bortolussi (23). 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


domenica, 24 maggio 2020, 08:54

Russo: "Lucca deve puntare su giovani talenti da far emergere"

Il presidente rossonero guarda al futuro: "Lucca deve diventare un posto dove i calciatori vengono lanciati verso i palcoscenici più importanti, ma stiamo sviluppando un progetto perché anche la Lucchese stessa ci arrivi. Oore a Monaco per il lavoro svolto"


sabato, 23 maggio 2020, 12:28

Arrivano le mascherine rossonere

Comode, leggere, performanti, lavabili e ovviamente certificate, saranno in vendita da lunedì 25 maggio al Lucchese Point. La società ne ha fatte confezionare di quattro tipi: due sono nere e due sono bianche, con diversi loghi. Per gli abbonati prevista una mascherina in omaggio



sabato, 23 maggio 2020, 12:03

La vittoria sullo scetticismo

Manca soltanto la ratifica del consiglio federale che ci sarà nei primi giorni di giugno, ma la Lucchese è tornata tra i professionisti ed è il momento di gioire seppur a distanza per colpa dell’emergenza coronavirus: una vittoria arrivata grazie al duro lavoro


sabato, 23 maggio 2020, 10:42

Santoro: "Ecco quando ho capito che ce l'avremmo fatta..."

Il direttore generale rossonero rivive l'annata e parla del futuro: "Un'annata fantastica, il minimo comune denominatore è stato un mix di voglia di lavorare, umiltà, passione. Se giocheremo in deroga al Porta Elisa? Prematuro dirlo"