Porta Elisa News

Obbedio: "E' una favola, più bello che aver vinto un campionato"

sabato, 8 giugno 2019, 23:30

In sala stampa  si presenta per la prima volta anche la segretaria Marcella Ghilardi, che tra le lacrime dice la sua: "Non ho mai parlato per quattro anni, ma è probabilmente l'ultima volta che sarò in rossonero, mi sono messa una maglia per chi ci ha reso quasi impossibile il lavoro, sopra c'è scritto che con il buon lavoro si possono raggiungere tutti gli obiettivi. Ringrazio tutti per come mi hanno accolto anche in questo nuovo lavoro, abbiamo superato tutto le barriere possibili. Non voglio parlare di chi ci ha distrutto un sogno, il sogno ce lo siamo presi da soli. I ragazzi hanno fatto di tutto, è stato un incubo, che si è trasformato in una stagione straordinaria, spero che i giocatori trovino la dimensione che gli compete. Grazie anche ai tifosi che ci sono stati vicini in tutte le trasferte in tutti i viaggi: a loro dedichiamo tutto questo".

Parola poi a Antonio Obbedio: "E' stata una vergogna come ci hanno ridotto, non voglio farmi querelare, ma abbiamo fatto qualcosa che è una favola, e in ogni favola ci sono i buoni e i cattivi. Per fortuna è finita in maniera incredibile, non si può raccontare cosa ci hanno fatto patire, Giustificare alla mia famiglia che non ho portato un euro negli ultimi mesi è stata dura. Lo abbiamo fatto per questa gioia incredibile, per questa maglia che è diventata senso di appartenenza, l'orgoglio di dirlo da uno che 20 anni fa ha messo questa maglia. Vedere piangere tutta questa gente, non è misurabile, è una gioia superiore alla vittoria in un campionato. Spero che ci ha messo in questa condizione, si svegli, sennò la vedo male per loro. E per fortuna per loro cj devono pure ringraziare lasciandoli la squadra in serie C. Un grazie anche alla Lega che ci ha mandato arbitri quasi sempre perfetti la dimostrazione che non ci sono disegni segreti per buttar giù una squadra o un'altra". 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


lunedì, 27 gennaio 2020, 17:44

Niente più scherzi, grazie

Lucchese a due volti, quella vista con il Ghiviborgo. Quella del primo tempo impacciata, lenta e in balia di un Ghiviborgo più frizzante e con la voglia di aggredire da subito l'avversario, nella ripresa ha alzato il baricentro e sono arrivati i cross giusti prima per Iadarestae poi per Nolè...


domenica, 26 gennaio 2020, 17:06

Iadaresta: "Dobbiamo acquisire consapevolezza"

L'attaccante rompe il digiuno: "Una grande gioia mista a rabbia, la rabbia perché noi dobbiamo essere sempre la squadra del secondo tempo". Nolé: Ho avuto una opportunità e ci ho provato, quando ho visto che non si muoveva mi sono buttato ed è andata bene"



domenica, 26 gennaio 2020, 16:49

Deoma: "Mercato? Siamo vigili"

Daniele Deoma, in sala stampa, commenta la partita, ma parla anche del mercato che è a pochi giorni dalla chiusura: "Può accadere di tutto, siamo vigili in entrata, mentre in uscita ci sono una decina di giocatori richiestissimi, ma non ci muoveremo. Se c'è la possibilità dobbiamo provare a rinforzarci.


domenica, 26 gennaio 2020, 16:38

Mister Lavezzini: "Peccato per il rigore"

Rino Lavezzini, tecnico del Ghiviborgo, risultato a parte, è soddisfatto. Ha finalmente visto una reazione da parte dei suoi: "Partita strana, se facevamo il rigore era diverso, il primo tempo fatto con una squadra come la Lucchese mi fa ben sperare: ci possiamo salvare"