Porta Elisa News

Monaco: "Finalmente si inizia!"

sabato, 31 agosto 2019, 13:10

di diego checchi

Mister Monaco è carico e pronto per la prima sfida di campionato: l'esordio contro il Chieri è ormai dietro l'angolo, la stagione può iniziare: "Era ora! Non vediamo l’ora di iniziare. Ringrazio la società che in soli 25 giorni è riuscita a mettere in piedi una rosa importante per i nostri obiettivi. Gli ultimi arrivi sono elementi di spessore, non saranno al 100% ma già domani saranno convocati, valuteremo poi il da farsi. Questa è stata una settimana serena, la condizione continua a migliorare e a parte la squalifica di Bitep e gli infortuni di Bartolomei e Dinelli ci siamo tutti.  Dispiace solo non poter giocare al Porta Elisa, il supporto dei tifosi è fondamentale per noi. I 600 abbonamenti dimostrano come i tifosi siano entusiasti, una città come Lucca non può stare senza stadio. Speriamo che si risolva al più presto questa situazione”. 

Cosa ci dice del Chieri?

“Ho visto qualcosa e mi sono informato per quanto possibile. Non lo conosciamo benissimo ma so che hanno fatto investimenti importanti. Mi dite che è praticamente il Mantova dell’anno scorso? Il Mantova l’avevo visto ed era uno squadrone, comunque posso dire che il Chieri è una squadra aggressiva, ha degli attaccanti forti. È una buona squadra ma noi abbiamo voglia di presentarci nel migliore dei modi ai nostri tifosi. Tutti dovranno dare il 100% a partire dallo staff, a chi va in panchina e chi va in campo”. 

Come sta proseguendo la preparazione?

“Stiamo migliorando in tutti i reparti, è normale che quando avremo tutti gli elementi in piena forma potremo dire di essere una squadra che può dare fastidio a chiunque. Per adesso il centrocampo è il reparto più attrezzato. Per quanto riguarda l’attacco, dalla settimana prossima rientrerà Bitep, mentre Falomi deve ancora trovare la condizione migliore. Sugli esterni siamo messi bene e adesso anche in difesa con l’arrivo di Ligorio possiamo essere soddisfatti. Ci manca qualche 2001, se proprio bisogna dirlo, ma la società sta facendo di tutto per cercare di riempire le ultime caselle”.

Non sarebbe meglio giocare con un portiere giovane?

“È normale che se hai il portiere giovane affidabile puoi liberare un posto in mezzo al campo, ma nulla è ancora chiuso, la società si sta ancora muovendo sul mercato e se dovesse saltare fuori qualche occasione non se lo lasceranno scappare”.

Abbiamo visto bene il giovane Yener la settimana scorsa…

“È un ragazzo giovane e l’anno scorso ha giocato in Promozione. È entrato bene domenica scorsa ma non dimentichiamoci che è del 2002, non possiamo caricarlo di responsabilità. E poi, da quando la C2 non c’è più, il livello delle categorie più basse si è alzato e anche in Serie D ci sono giocatori importanti con cui confrontarsi”.

 

 



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


martedì, 15 ottobre 2019, 18:58

Nolé e Remorini iniziano a correre

Alla ripresa degli allenamenti i due infortunati tornano a correre, ma non saranno comunque a disposizione per la trasferta di Ligorna dove la Lucchese inaugurerà il nuovo campo in sintetico e dove troverà due ex


martedì, 15 ottobre 2019, 15:02

Monaco: "La vittoria è la medicina migliore"

Il tecnico, rientrato dal matrimonio del figlio, è pronto per la gara con il Ligorna: "Adesso è il momento di dare continuità a partire da domenica prossima. Prepareremo la partita di Ligorna con il solito scrupolo. Valuteremo di fare uno o due allenamenti su un campo sintetico"



martedì, 15 ottobre 2019, 08:53

Tre punti che danno ossigeno

La gara con il Savona ha lasciato degli spunti di riflessione positivi ma anche negativ: tra i primi il fatto che il modulo 3-5-2 ha mostrato in campo una squadra più compatta, ma la Lucchese è apparsa a tratti intimorita, impaurita e con il pallone che gli scottava fra i...


domenica, 13 ottobre 2019, 18:54

Russo: “Questa vittoria era quello che ci mancava"

Il presidente Bruno Russo è visibilmente soddisfatto per a vittoria ed ha sottolineato: "La squadra ha grandi margini di miglioramento ma oggi era importante la vittoria, per i tifosi e per il progetto”