Porta Elisa News

Monaco: "Bisogna invertire la rotta"

sabato, 12 ottobre 2019, 12:55

di diego checchi

Mister Monaco è stato chiaro: domani bisogna invertire la rotta e bisogna che tutti diano di più, perché sarà fondamentale vincere. Il tecnico ha fatto capire che potrebbe cambiare anche il modulo di gioco, passando al 3-5-2.

“Questa dovrà essere la partita della svolta, ma devo dire che tutte le settimane i ragazzi si sono sempre allenati bene. Diciamo che le defezioni hanno responsabilizzato il gruppo, soprattutto quelli che hanno giocato di meno. È una partita importantissima ma dobbiamo affrontarla con serenità, consapevoli del fatto che a parte la Sanremese nessuno ci ha messo in difficoltà. È vero che i risultati non sono arrivati e dobbiamo fare meno errori, alla squadra ho detto che il 100% che abbiamo fatto fino ad ora evidentemente non basta, bisogna dare di più”.

Sembrerebbe che gli errori li pagherà il portiere?

“La società mi ha messo a disposizione un nuovo portiere e probabilmente sarà in campo domani, ma gli errori li ha fatti lui come tutti quanti. Ho parlato con il nuovo arrivato, l’anno scorso ha vinto il campionato con il Picerno giocando 22 partite e si è allenato fino alla settimana scorsa con una squadra di Eccellenza in Lazio”.

Certo è una situazione anomala con tre portieri over…

“Lo sappiamo, è ovvio che con un giovane in porta hai spazio per un vecchio in mezzo al campo. Evidentemente non è stato trovato un portiere giovane all’altezza della situazione”.

Com’è la situazione degli infortunati?

“Meucci e Nolè, Remorini sono fermi mentre Tarantino ha recuperato e sarà convocato come pure Nannelli. Lici e Bartolomei sono a posto, si sono allenati tutta la settimana con la squadra, chiaramente sono fuori da un mese e mezzo e gli mancherà il ritmo partita”.

Con tutte queste assenze dovrà cambiare modulo?

“Abbiamo provato un nuovo schema di gioco, io non sono fissato con gli schemi, lavoro con i giocatori che sono a disposizione e posso cambiare sia in base ai ragazzi che in base alle situazioni, se le cose non vanno bene si può cambiare”.

Cosa ci dice degli avversari?

“Abbiamo visto qualche spezzone di partita, è una squadra esperta che cambia spesso metodo di gioco. Ha alcuni giocatori importanti come Tripoli o Vita, ex Luchese che ho allenato quando era alla Carrarese. È una buona squadra on tanti ex professionisti, una rosa costruita per fare bene. Ma come al solito dipende da noi, se entriamo con la giusta concentrazione e limitiamo gli errori abbiamo tutte le possibilità di vincere”.

 Si aspettava un campionato così?

“È un campionato molto equilibrato e la classifica è sempre corta. Siamo solo all’inizio e non c’è una squadra che ha preso il largo, noi dobbiamo invertire la rotta ma non dobbiamo buttare il cappello per aria come diceva l’Omone, nulla è ancora compromesso”.



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


martedì, 15 ottobre 2019, 18:58

Nolé e Remorini iniziano a correre

Alla ripresa degli allenamenti i due infortunati tornano a correre, ma non saranno comunque a disposizione per la trasferta di Ligorna dove la Lucchese inaugurerà il nuovo campo in sintetico e dove troverà due ex


martedì, 15 ottobre 2019, 15:02

Monaco: "La vittoria è la medicina migliore"

Il tecnico, rientrato dal matrimonio del figlio, è pronto per la gara con il Ligorna: "Adesso è il momento di dare continuità a partire da domenica prossima. Prepareremo la partita di Ligorna con il solito scrupolo. Valuteremo di fare uno o due allenamenti su un campo sintetico"



martedì, 15 ottobre 2019, 08:53

Tre punti che danno ossigeno

La gara con il Savona ha lasciato degli spunti di riflessione positivi ma anche negativ: tra i primi il fatto che il modulo 3-5-2 ha mostrato in campo una squadra più compatta, ma la Lucchese è apparsa a tratti intimorita, impaurita e con il pallone che gli scottava fra i...


domenica, 13 ottobre 2019, 18:54

Russo: “Questa vittoria era quello che ci mancava"

Il presidente Bruno Russo è visibilmente soddisfatto per a vittoria ed ha sottolineato: "La squadra ha grandi margini di miglioramento ma oggi era importante la vittoria, per i tifosi e per il progetto”