Porta Elisa News

Ora, più che mai, i conti si faranno alla fine

lunedì, 14 dicembre 2020, 12:41

di diego checchi

Finalmente la Lucchese potrà passare una settimana in relativa tranquillità. Attenzione, con questo non vogliamo assolutamente dire che non dovrà faticare e lavorare sodo per preparare la trasferta di Livorno, ma una cosa è certa: lo farà con il morale alto. Come si dice sempre in questi casi, vincere aiuta a vincere. Il mantra di Giovanni Lopez è stato sempre lo stesso: “Ci salveremo e vedrete che dopo una settimana di lavoro vero scenderà in campo un’altra Lucchese e il gioco arriverà”. Parole sante e da sottoscrivere. È successo tutto quello che il mister aveva predetto e allora non resta che seguirlo perché parlando per Lopez e scambiandosi opinioni più volte, si capisce come in lui ci sia la convinzione di poter salvare la baracca e poi di poter aprire un ciclo con questa Lucchese. Perché non credergli? Ciò che è certo è che, Lopez, quando esprime un concetto, non lo fa per vendere fumo perché chi la pensa così non conosce il tecnico romano, una delle persone più schiette che abbiamo conosciuto nel mondo del calcio.

Il tecnico ha anche sottolineato più volte che ci vorranno rinforzi a gennaio e che ha già individuato ruoli e nomi. Poi è ovvio che per portare avanti delle trattative c’è bisogno di tante componenti che si vanno ad incastrare positivamente. Insomma, non resta che seguirlo e credere nel suo lavoro e in quello del suo staff che è di primo ordine. La società sta facendo di tutto per poter mettere a disposizione del mister quello che ritiene più opportuno. I conti si fanno alla fine. Qualche sbaglio è stato fatto, nessuno vuole nasconderlo e una vittoria non può cancellare tutti i problemi, ma può essere una scintilla per iniziare un nuovo percorso. Vogliamo ribadire anche un altro concetto che forse non è ben chiaro a tutti: salvarsi in questa stagione non è l’obiettivo minimo come qualcuno ha ventilato, ma un vero e proprio miracolo per tutti i fatti accaduti alla Lucchese compresa la problematica del Covid-19.

Per giudicare bisognerebbe prima conoscere quali sono i veri problemi e poi parlare a ragion veduta. Ma questo è soltanto un nostro inciso per dire che se la Lucchese riuscirà a salvare la categoria, compirà un’impresa. Riguardo la partita di ieri, la sorpresa più lieta è stata Roberto Convitto, un giocatore che con Lopez non era mai stato titolare e che invece ieri, giocando in verticale dietro a Bianchi, ha dimostrato quali sono tutte le sue qualità. È riuscito più volte a puntare la difesa del Piacenza e ad essere imprevedibile. Un giocatore che in determinate partite può essere importante. Però non nascondiamo che nel mercato di gennaio ci vorranno almeno due attaccanti perché Bitep sarà infortunato per un lungo periodo e Moreo non c’è per un problemino ma non ha rispettato le attese. Una menzione va fatta anche a Panati, un giocatore sul quale nessuno scommetteva un euro, ma con il lavoro e con la voglia di imparare può risultare molto utile a questa squadra anche per la sua duttilità tattica e per come svolge sempre il compito che gli viene assegnato. Detto questo, chiudiamo dicendo che i problemi ci sono sempre e che mollare di un centimetro sarebbe deleterio, altrimenti i passi in avanti svanirebbero nel nulla.



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


sabato, 6 marzo 2021, 12:38

Arriverà mai la svolta?

Alla vigilia del match casalingo con il Pontedera, la Lucchese si trova ancora una volta a caccia dei tre punti che mancano ormai da tempo e che sono indispensabili per alimentare le speranze salvezza: mister Lopez intenzionato a rilanciare dal primo minuto Zennaro. La probabile formazione


venerdì, 5 marzo 2021, 15:25

Zennaro torna titolare?

Nella gara interna contro il Pontedera, il centrocampista potrebbe ritrovare una maglia da titolare, mentre in difesa vanno capite le condizioni di Panariello, che difficilmente rientrerà, con quattro giocatori che si giocano tre posti



venerdì, 5 marzo 2021, 13:09

Pontedera, una formula di sicuro successo

La vittoria contro la Pistoiese ha portato i granata a quota 41 punti e ormai la salvezza è stata conquistata: è chiaro che i granata mirano ad ottenere un posto nei playoff potendo ancora migliorare la propria classifica e, per l'ennesima volta, dare vita a un campionato importante


giovedì, 4 marzo 2021, 16:54

E se la svolta arrivasse dall'utilizzo di un diverso modulo?

In certi frangenti della partita perché non passare ad un 4-3-3 con due ali larghe ed una punta centrale in grado di creare la superiorità numerica sugli esterni? Osare di più non vuol dire andare allo sbaraglio ma solo cercare soluzioni alternative per essere più imprevedibili e pericolosi, perché la...