Porta Elisa News

La reazione nervosa non può bastare

giovedì, 26 novembre 2020, 14:09

di diego checchi

La nottata è passata e la Lucchese è tornata a lavorare per preparare la trasferta di Pistoia. È ovvio che i problemi ci sono, ma nella sua intervista mister Lopez è stato lucido e concreto come al solito spiegando quali sono le motivazioni della sconfitta di ieri. “La squadra è stanca perché ci sono troppe partite ogni settimana – ha affermato il tecnico – e non ho mai avuto il tempo di lavorare una settimana intera con tutta la rosa. Purtroppo il momento è questo e dobbiamo adeguarci cercando di far più punti possibile, di recuperare i giocatori stanchi e far lavorare quelli che hanno giocato meno anche grazie al periodo di stop dovuto al covid”. Il tecnico ha ragione, perché il momento è questo, ma, d’altro canto, bisogna dire che la squadra ieri ha subito cinque reti. Una cosa che deve certamente far riflettere e che non deve più accadere, altrimenti sarà dura ottenere la salvezza.

Dopo cinque gol c’è stata una reazione nervosa della squadra ma questo non può bastare a giustificare una prestazione che per certi versi è stata assai deludente, soprattutto sotto l’aspetto mentale. A volte i giocatori hanno dato la sensazione di impotenza contro un’Albinoleffe che ha giocatori importanti, per carità, ma non è uno squadrone costruito per un campionato di vertice. Questa Lucchese deve cambiare registro sin da subito ed evitare quegli errori individuali che hanno permesso alla squadra di Zaffaroni di segnare tre gol in fotocopia. L’opinione diffusa è che questa squadra non riesca a reggere in maniera coordinata dopo aver subito gol e vada in confusione totale, cosa che ha portato a prendere cinque reti.

Una cosa è certa: in questo momento le parole servono a poco perché bisogna fare di fatti e ciò vuol dire portare a casa punti, altrimenti la salvezza potrebbe diventare una cosa utopistica. L’abbiamo già detto ieri nel commentare la partita: non è il momento di fare processi, ma una cosa è certa: la Lucchese deve arrivare a gennaio limitando i danni e poi, già nella sosta di Natale, prendere quei giocatori che il mister e la società hanno individuato per rinforzare la squadra. Il tempo stringe e non si può più sbagliare. In questo momento Lopez deve capire su chi fare affidamento e su chi no e poi tirare le somme, affinché possa essere costruita una rosa omogenea e forte. Non bisogna guardare in faccia a nessuno e ricordarsi soltanto una cosa: l’obiettivo primario è la salvezza, con qualunque mezzo possa arrivare.



caffè bonito

Altri articoli in Porta Elisa News


martedì, 19 gennaio 2021, 22:04

Nuovo portiere, è praticamente fatta per Pozzer

La Lucchese a breve avrà un nuovo portiere, infatti dopo l'infortunio di Coletta è praticamente fatta per Giacomo Pozzer in uscita dal Monopoli. Il giocatore arriverà in prestito dall'Inter, società proprietaria del suo cartellino. In Puglia, Pozzer ha totalizzato sei presenze


martedì, 19 gennaio 2021, 15:20

Coletta crac: frattura al malleolo

La risonanza magnetica alla quale si è sottoposto questa mattina, ha evidenziato una frattura al malleolo peroneale della caviglia destra con interessamento dei legamenti: dovrà portare un tutore e stare con la gamba immobilizzata per 30 giorni.



lunedì, 18 gennaio 2021, 18:25

Si ferma Marcheggiani

L'attaccante accusa un affaticamento all'adduttore, ma dovrebbe essere disponibile per domenica a Crema così come Bianchi. Nella mattinata di martedì, la risonanza magnetica alla caviglia di Coletta per capire se il trauma ha causato problematiche osse e legamentose


lunedì, 18 gennaio 2021, 12:51

Palatagliate al freddo, Barsanti: "Non è accettabile che una società debba lottare contro il funzionamento dell'impianto di riscaldamento da ottobre"

Il consigliere di opposizione ha sollevato il problema del riscaldamento al Palazzetto dello Sport durante la seduta della commissione di questa mattina, chiedendo all'assessore Ragghianti un aggiornamento della situazione e cosa stia facendo il Comune per risolvere il problema